Dobro
309
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-309,cookies-not-set,stockholm-core-1.1,select-theme-ver-5.1.7,ajax_fade,page_not_loaded,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Dobro

I Dobro nascono nel cuore della Pianura Padana nel 1979 proponendosi come gruppo Country Rock.

La formazione originale, che rimane la stessa per quasi dieci anni  (Vittorio Alfieri – basso / Roberto Alfieri –tastiere / Lorenzo Mariani – voce, chitarra acustica / Maurizio Panizza – voce, chitarra elettrica e acustica / Giovanni Daolio – voce, chitarra elettrica, acustica, banjo, mandolino / Anchise Bolchi – voce, steel guitar e violino / Franco Morari – batteria), presenta un repertorio principalmente composto da brani degli Eagles, Alabama, John Denver e Poco, che viene frequentemente proposto in numerose basi Nato europee nelle quali il gruppo viene particolarmente apprezzato, oltre che nelle più importanti “feste della birra” tra cui S.Giovanni Lupatoto, Casalromano, Casoni di Luzzara.

Queste prime importanti esperienze fanno maturare il gruppo che acquisirà progressivamente esperienza e confidenza con platee di importanti dimensioni. Nei primi anni ’90 la formazione subisce una modifica radicale con l’ingresso nel gruppo di Claudio Palù che sostituirà alla voce principale Lorenzo Mariani, e di Eugenio Poppi che si aggiudica lo scomodo posto di sostituto di Anchise Bolchi (arduo compito!!) con Steel guitar, Dobro e chitarra acustica. L’ingresso dei nuovi elementi porterà una ventata di novità nel gruppo, che inserisce progressivamente nel repertorio musica di artisti più contemporanei (senza mai smentire la propria vocazione “Westcoastiana”) con brani di Garth Brooks, Travis Tritt, Tim McGraw ed altri. In questi anni, matura anche il desiderio di lasciare traccia musicale dell’affiatamento che contraddistingue i Dobro e nel 1993 viene presentato il primo Cd (One) che racchiude lo spirito del gruppo.

Della registrazione fanno parte due brani originali composti da Eugenio Poppi e Claudio Palù (I can feel your love / Comin’ home) che vengono frequentemente trasmessi dalle più note radio del nord Italia (il Cd, autoprodotto, venderà oltre 8.000 copie, tra negozi, festival e concerti). Gli anni seguenti vedono il gruppo valicare le frontiere italiane per partecipare ad importanti Country Music festival europei (austriaci, svizzeri e tedeschi). Da citare sicuramente quello di Bad Ischl, in cui per 5 anni consecutivi la Band viene invitata a rappresentare i colori italiani a fianco di artisti come la Nitty Gritty Dirt Band, Dale Watson, Derailers, Chris Le Doux, Doug Kershaw, Mel Mc Daniel.

Nell’autunno 2001 la band entra in sala d’incisione per registrare “Have a Nice Day”, che viene pubblicato due mesi dopo. La seconda registrazione, decisamente meno “acustica” della prima, racchiude il meglio del repertorio della seconda metà degli anni 90, e venderà nel primo anno oltre 2.000 copie nei festival in cui si esibisce il gruppo. Nella primavera del 2002 la Band accusa le defezioni di Eugenio Poppi (che aprirà una breve parentesi con gli Amarillo di Andrea Zanichelli), sostituito da Ivano Malavasi (ex Country Rush) e Giovanni Daolio che per motivi professionali deve temporaneamente cedere il posto al giovane e virtuoso chitarrista parmense Zoncheddu Daniele . Nel 2002 e nel 2003 la band prepara il nuovo repertorio e per ovvi motivi riesce ad esibirsi solo in poche manifestazioni estive.

Dopo alcuni mesi, la band perde anche Maurizio Panizza, Roberto Alfieri e Claudio Palù, segnando lo scioglimento definitivo dei Dobro dopo oltre un ventennio di presenza sulla scena della musica country europea.

Una svolta inaspettata avviene nell’autunno 2003, quando alcuni degli elementi si ritrovano, ed ancora animati dall’entusiasmo che li aveva accomunati per tanti anni, decidono di riformare la band degli anni ’90 con il coinvolgimento di due nuovi giovani musicisti provenienti dalla Amarillo Country Rock Band, sciolta a meno di un anno dalla nascita: Michele Salvadore e Lorenzo Scagliarini. Dopo alcuni mesi Michele parte per Amburgo per motivi professionali e viene sostituito da Matteo Bortolini.

Quasi fosse una maledizione, anche Matteo deve lasciare la Band dopo circa un anno lasciando il posto a Paolo Pizzi, professionista che eleva ulteriormente il livello tecnico della Band. DAL 2005 AD OGGI …….. Nel luglio 2005 esce l’ultimo disco ‘Drinks & Strings’, estremamente rappresentativo della nuova composizione del gruppo e delle nuove tendenze in termini di approccio musicale. Nel 2007 la formazione subisce un piccolo aggiustamento con l’ingresso del chitarrista parmense Alex Ricci che contribuisce all’assestamento definitivo dei Dobro del III millennio. Il nuovo repertorio della band, infatti, attraversa, con un approccio prettamente elettrico, le varie sfumature del genere country-rock, con brani che vanno dal bluegrass, alla west-coast, fino alla new-country, prendendo in considerazione i più conosciuti ed importanti autori ed interpreti come: Brad Paisley, Eagles, Garth Brooks, Keith Urban, Travis Tritt, Desert Rose Band, Little Texas, Alabama e molti altri.

Ciò è reso possibile anche dall’utilizzo di strumenti tipici del genere musicale come Steel Guitar, Banjo, Mandolino e Dobro, la cui presenza contemporanea sul palco è una prerogativa, nel panorama italiano, della sola Dobro Country Rock Band. Attualmente la band si esibisce regolarmente nei principali country festival EUROPEI, i club e locali in Italia, Austria, Germania, Svizzera e Olanda.

Facebook